«Nel mondo di oggi c'è grande sete di Cristo e della libertà che Egli solo ci offre. Nelle case cattoliche e nella parrocchia i nostri fratelli devono trovare le fonti di acqua viva, le fonti di grazia divina, le fonti del Magistero della Chiesa e dei Sacramenti, specialmente, la Penitenza e la Sacra Eucaristia, che possono estinguere la sete spirituale di un mondo tristemente secolarizzato» (Cardinal Leo Raymond Burke, 26 Dicembre 2010)

venerdì 24 marzo 2017

Il cardinal Burke attira una grande folla a San Francisco



“The fundamental struggle of our life in Christ ... is the struggle to live the truth in love in a world which could deceive us into thinking that we can love even while we violate the truth,” Cardinal Raymond Burke said in his homily March 15 at St. Mary’s Cathedral.

The cardinal, who was the presenter at all three days of the Western Region Canon Law Meeting sponsored by the Archdiocese of San Francisco, delivered the homily at a 5:30 p.m. Mass celebrated by Archbishop Salvatore J. Cordileone for the canon lawyers who attended from Western states. The Mass was concelebrated by Auxiliary Bishop William J. Justice and a number of priests.

Cardinal Burke, a former prefect of the Catholic Church’s top judicial court, the Supreme Tribunal of the Apostolic Signatura, was treated like a celebrity by many who attended the Mass from the area and who lined up after the Mass to greet him, and in many cases, ask for his autograph.

At San Francisco’s cathedral, Cardinal Burke emphasized the importance of the “humble” practice of canon law for the “salvation of souls.”

“Canon law is not in contrast with the many works of divine grace in the church but rather assures that the work of divine grace will be received into souls formed in accord with the mind and heart of Christ,” Cardinal Burke said.

“We do not study and respect the law for its own sake but for the sake of the sacred realities which it safeguards and fosters. We serve the justice which is the minimal and irreplaceable requirement of divine love,” Cardinal Burke said.

Traduzione con google:

La lotta fondamentale della nostra vita in Cristo ... è la lotta per vivere la verità nella carità, in un mondo che ci poteva ingannare a pensare che possiamo amare anche quando violiamo la verità”, ha detto il Cardinale Raymond Burke nella sua omelia del 15 marzo presso la Cattedrale di Santa Maria.

Il cardinale, che è stato presente a tutti i tre giorni della Western Region Canon Law Meeting promosso dall'Arcidiocesi di San Francisco, ha tenuto l'omelia durante la Messa delle 17:30 celebrata da monsignor Salvatore J. Cordileone per i canonisti che hanno partecipato. La Messa è stata concelebrata dal Vescovo Ausiliare e da un certo numero di sacerdoti.

Il cardinale Burke, ex prefetto della corte superiore di giustizia della Chiesa cattolica, il Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, è stato trattato come una celebrità da molti che hanno partecipato alla Santa Messa e che si sono messi in fila dopo la Messa per salutarlo, e in molti casi, per chiedere il suo autografo.

Nella Cattedrale di San Francisco, il cardinale Burke ha sottolineato l'importanza della pratica “umile” del diritto canonico per la “salvezza delle anime”.

“Il diritto canonico non è in contrasto con le molte opere della grazia divina nella chiesa, ma piuttosto assicura che l'opera della grazia divina sia ricevuta nelle anime formate in accordo con la mente e il cuore di Cristo”, ha detto il cardinale Burke.

“Noi non studiamo e rispettiamo la legge per se stessa ma per il bene delle realtà sacre, che salvaguarda e promuove. Serviamo la giustizia che è il requisito minimo e insostituibile dell'amore divino “, ha detto il cardinale Burke.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.